Seleziona una pagina

La stagione sportiva è fatta di colpi di scena imprevedibili, ma prevedere un ritiro estivo precampionato sembra una tappa importante per la costruzione di una squadra. 

COVID19 passa anche per questa attività, è necessario quindi adattare le regole e le barriere tenendo presente i principi e la qualità di uno stage.

A seconda del COVID19 e degli stage programmati annullati, si possono mantenere i concetti di uno stage presso la normale sede di formazione.

 

A COSA SERVE UN RITIRO/STAGE PRECAMPIONATO?

Nel MONDO PROFESSIONALE, lo sport che pratichi è l’attività principale, UN LAVORO. Nel nostro caso il rugby rimane il nucleo centrale del tema, siamo giudicati in base ai risultati.

Nel MONDO AMATORIALE, la nozione di coesione/CONDIVISIONE è essenziale per mantenere la sensazione di piacere nello stare insieme.

Un RITIRO è il luogo ideale per definire gli obiettivi della prossima stagione, rafforzare la coesione tra i giocatori e tra giocatori e staff per stabilire le regole della vita della squadra.

È un momento della stagione in cui viviamo insieme 24 ore al giorno, o spesso il luogo viene rivelato senza il contenuto del soggiorno, il che genera dubbi e stress in alcuni e altri nell’eccitazione. 

Può essere come tornare a scuola.

Ciò consente ai giocatori di uscire dalle proprie routine e di scappare mentalmente dal quotidiano. Per noi allenatori è fantastico per ottimizzare il lavoro avendo i giocatori a portata di mano.

 

CHE TIPO DI COESIONE?

Ci sono diverse OPZIONI :

  • RITIRO di commando con spirito militare, superando i propri limiti, “soffrendo insieme”.
  • RITIRO con intorno creatività e arte (teatro, karaoke, sketch, umorismo), “convivialità e sfida”.
  • RITIRO con Sport e attività divertenti in natura al di fuori dello sport in questione (relazione con acqua, montagne, foreste), aiuto reciproco, scoperta, stile di sfida “Olimpiade”.

 

IL LUOGO

  • Per i professionisti significa trovare l’infrastruttura che corrisponde in termini assoluti di necessità di alto livello, alle specifiche stabilite dal club, in termini di palestra, campo di allenamento, materiali tecnici, alimentazione ed alloggio.

Tutto ciò è FONDAMENTALE per ottimizzare la base del RITIRO per perfezionare il progetto di gioco.

  • Per i dilettanti può essere un luogo insolito ad esempio immerso nella natura per mantenere e / o sviluppare lo spirito di squadra che sarà la colla della prossima stagione mentre si programmano finestre di allenamento per lo sport in questione.

 

LA CHIUSURA DEL CORSO

È come un film, c’è un inizio e una fine.

L’inizio è stato sviluppato in precedenza, quindi è importante chiuderlo attraverso le tue convinzioni e la logica del tirocinio: attraverso una PARTITA (ANCHE MATCH AMICHEVOLE) per convalidare il lavoro svolto durante lo stage in termini di contenuto e coesione del team.

Un altro approccio a cui do molta importanza per lo spirito di squadra, è creare un momento conviviale durante i pasti, barbecue per sigillare i legami intrecciati tra tutti i componenti del GRUPPO SQUADRA.

CONCLUDO DICENDO : Un RITIRO è un passo importante nella costruzione di una stagione sportiva.

Deve combinare momenti di rilassamento e momenti di aggregazione per lo sportivo, oltre che performanti con dei test di valutazione fisica. (TEST PERIODICI DAL RITIRO, AL DURANTE, AL FINE STAGIONE PER MONITORARE LA CRESCITA DI CIASCUN ATLETA).

Dobbiamo acquisire una fiducia capitale in squadra, tutto ciò dopo aver preso il tempo di conoscere da un’altra prospettiva i propri compagni di squadra.

Ogni ritiro ha la sua storia e deve essere un ricordo unico di cui in futuro ricorderemo e scambieremo aneddoti !

ENJOY RUGBY, AND SHARE WITH ME YOUR OPINION !

Buona lettura,

Philippe Doussy 

Contenuti in collaborazione della Dottoressa in Scienze Motorie, Michela Macalli.